EUROBIKE

Contatto

Sandra Janjanin
Sandra Janjanin
Addetta alla progettazione
+49 7541 708-413
+49 7541 708-2413
Kathrin Ruf
Kathrin Ruf
Addetta alla progettazione
+49 7541 708-412
+49 7541 708-2412
Stephan Fischer
Stephan Fischer
Coordinator Visitor Service
+49 7541 708-404
+49 7541 708-2404
Kommunikation
Kommunikation
+49 7541 708-307
+49 7541 708-331

I fornitori di e-bike danno un’altro giro di vite all’innovazione

Riflettori puntati sull’anno dell’e-bike 2018: la parte tecnologica diventa piccola, leggera, intelligente e viene integrata in maniera armonica nel design della bicicletta elettrica.

Volendo riassumere in due parole lo sviluppo tecnologico dell’e-bike degli ultimi anni, „maggiore potenza“ sarebbe la giusta definizione: la maggiore potenza delle batterie è stata sempre pensata in combinazione con la maggiore potenza del motore. Considerando le novità che sono state annunciate per la fiera Eurobike di Friedrichshafen (dal 30 agosto al 2 settembre) e il modello 2018, sembrerebbe che lo sviluppo tecnologico vada in direzione di sistemi più piccoli, più leggeri e più intelligenti, che si inseriscono armonicamente nel design della bicicletta.


Il fornitore di componenti Shimano ormai da decenni ha un ruolo indiscusso nel mercato della bicicletta ed ha assunto importanza anche come produttore di motori, dando decisamente filo da torcere al più forte del settore che è Bosch. Con i motori E-8000 inseriti già l’anno scorso, i giapponesi hanno introdotto nel mercato un motore mediano molto compatto e ad alte prestazioni, il cui software per il 2018 è completamente rinnovato: gli utenti possono impostare, per esempio, se il motore in tratti di percorso un po’ difficile debba spingere più forte o invece rimanere indifferente. Le impostazioni vengono effettuate tramite smartphone grazie alle app Shimano e a bluetooth. Shimano ha inoltre introdotto diverse finezze nell’integrazione dei componenti dell’e-bike. Nel 2018 ha reso invisibile nella ruota posteriore anche il sensore di velocità del motore. Almeno nel caso in cui siano montati i freni a disco Shimano: in questo caso il magnete non si trova più nei raggi della ruota ma è integrato senza cavo nel disco del freno posteriore. Il relativo sensore viene quindi integrato dai produttori armoniosamente nell’aggancio della ruota posteriore.


Dei veri e propri fuochi d’artificio di novità sono riscontrabili anche presso Bosch eBike Systems. A partire dal 2018 anche i produttori di biciclette con motore Bosch possono far scomparire la batteria nel design della bici. La tecnologia necessaria viene fornita dai negozi di elettronica con il nome di PowerTube 500. La batteria con una capacità di 500 Wh è integrabile nel tubo del telaio. Importante: anche la nuova batteria Power Tube si può estrarre per essere ricaricata. La seconda novità di Bosch, interessante soprattutto per city biker e biker del tempo libero, è la nuova versione del motore Active Line. Il motore Active-Line con i suoi 2,9 chili, pesa ben un chilo in meno rispetto al suo predecessore e ha anche il 25 per cento in meno di volume. Inoltre questo motore Bosch Acive Line è silenziosissimo. Solo da Bosch troviamo anche l’introduzione nelle biciclette della tecnica ABS, attesa da tempo dopo la sua prima applicazione alle macchine: insieme al produttore di freni tedesco Magura, Bosch ha sviluppato un sistema che diminuisce il blocco della ruota anteriore anche in caso di brusca frenata, impedendo così il salto in avanti al di sopra del manubrio.


Anche il produttore Brose dà (ancora) più gas: il fornitore di e-bike di Berlino si considera prima di tutto uno specialista di motori elettrici, che mette in collegamento i propri clienti e se stesso con altri specialisti dei diversi ambiti, per quanto riguarda gli altri componenti delle e-bike come batteria e software. Questo consente molto spazio di movimento individuale nell’utilizzo di soluzioni personali. Per questo motivo, per esempio,   nei modelli con motore Brose, le e-bike con batteria integrata nel telaio esistono già da diverso tempo. Per il 2018, gli ideatori delle e-bike presso Brose si stanno occupando soprattutto delle prestazioni del motore nelle biciclette sportive e, per quanto riguarda la nuova generazione „Drive S“, aumenteranno ulteriormente la potenza del motore del 15 per cento.


Il mercato tende sempre più verso sistemi con motori mediani, ma molte sono anche le ragioni a favore di motori posteriori. Il fornitore Alber presenterà all’Eurobike l’ultima generazione del suo Neodrives. Resta invariata in esso la modalità di funzionamento silenziosa, che diminuisce l’usura dei componenti rispetto a un motore mediano. La novità per il 2018 è che anche il motore Neodrives esce con una batteria da 500 Wh perfettamente integrata nel telaio in modo da risultare invisibile – come si può vedere all’Eurobike presso lo stand del produttore Simplon, il cui modello così equipaggiato Silkroad è riconoscibile in quanto e-bike solo da occhi esperti.

Top